Il mio primo ricordo inerente alla fotografia è legato all’acqua.
Fin dalla mia prima infanzia nulla ha mai rapito la mia attenzione come i riflessi di luce.
Primi fra tutti, quelli generati dallo specchio del mare sulle persone e sulle cose. Posso dire di essermi appassionato a questa arte da subito.
I miei scatti da sempre conservano questa natura profonda.
Ovunque siano ambientati, chiunque ritraggano, in essi la scena è agitata dalla brezza del mare ed illuminata dai suoi riflessi.
La mia è una fotografia di acqua e di luce e rappresenta ciò che costituisce rispettivamente il corpo e l’anima degli esseri umani.
Ed io ambisco a ritrarli entrambi.